SELECT p.id as id, p.fk_id_user, p.fk_category, DATE_FORMAT(p.data, '%d.%m.%Y') as data, DATE_FORMAT(p.data_inizio, '%d.%m.%Y') as data_in, DATE_FORMAT(p.data_scadenza, '%d.%m.%Y') as data_out, p.data_inizio, p.data_scadenza, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_titolo,'it','it') as titolo, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_abstract,'it','it') as estratto, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_text,'it','it') as corpo, p.url_picture, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_mk,'it','it') as metakey, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_md,'it','it') as metadesc, c.cat_it as cat FROM ar_posts p INNER JOIN ar_posts_categorie c ON p.fk_category = c.id WHERE p.published = 1 AND p.id = 0000000748
demo
ITA | ENG

Artistar - logo
demo

LES FEMMES - La Figura Femminile nell’Arte

Inizio evento 20.02.2021 | Fine evento 20.03.2021


articoli pubblicati: 0
opere pubblicate: 0

LES FEMMES - La Figura Femminile nell’Arte

Si apre al pubblico SABATO 20 Febbraio 2021 alle ore 17,30 ( nel rispetto delle norma anti covd-19)  presso il GAMeC CentroArteModerna di Pisa (sul Lungarno Mediceo al numero 26) la mostra "LES FEMMES / La Figura Femminile nell’Arte" che, ordinata e curata da Massimiliano Sbrana, vuole dare un breve ma significativo percorso della figura femminile così come gli artisti nel tempo l'hanno raffigurata.
 
 
La donna da secoli è infatti elemento fondante dell'arte. A partire dalle rappresentazioni e sculture della preistoria la donna è stata rappresentata nelle sue molteplici sfaccettature: donna come madre, donna come santa, donna come diavolo, donna come amante ecc. Una figura femminile dunque che nelle arti figurative, ha ricoperto di volta in volta una veste simbolica diversa nel corso dei secoli, di pari passo con l’evoluzione delle tecniche artistiche e degli stili, con il variare del gusto estetico e, elemento non meno importante, con il diverso modo di concepire il ruolo della donna nella società.
 
 
Fin dagli albori della civiltà la figura femminile, quindi, è stata protagonista della storia umana: gli archeologi hanno rinvenuto numerose sculture di divinità femminili, attribuite all'organizzazione delle tribù di stampo patriarcale, dell'era paleolitica. Presso molte antiche civiltà la donna era il perno della società, era depositaria del principio della vita, della fecondità e, come tale veniva rappresentata. 
 
Per il pittore, però, la donna è anzitutto forma. E' il simbolo della figurazione di tutti i tempi, è l'archetipo della dimensione umana, della sua trasparente profondità, del suo glorioso intelletto, della sua perfezione assoluta, sopra ogni altra forma vivente. 
 
E' alla forma della donna che l'artista consegna il giudizio estetico dell'arte. Un artista, inoltre, spesso cerca il suo ideale femminile nel corpo di una donna e lo confronta con le proprie lacune interiori, così da poter definire, attraverso una personale interpretazione, quella metà di sé che vuole trovare nell'oggetto del suo desiderio. 
 
 
Artisti presenti:
Annigoni Pietro, Arcadi Cristiano, Avanzi Paolo, Ballantini Stefano , Bandini Sirio, Bernardini Paola, Benvenuti Riccardo, Berti Alberto , Bonanni Tiziano, Borin Luciano, Bueno Antonio, Buzi Paolo, Cantatore Giuseppe, Ciardi Duprè Amalia , Cerù Daniele , Costanzo Maria Cristina, Fancelli Vincenzo, Galardini Renzo , Gentilini Franco, Imperio Donata, Lapadula Angelina, Logoluso Clelia, Magoni Bruno, Martin Mauro, Martini Uliano, Mattioli Giorgio, Molea Giuseppe, Ramacciotti Lisandro , Rossi Fabio, Sbrana Giulio, Siri Luca, Venuti Giovanni, Volpi Alessandro, Zancanaro Tono
 
In esposizione le opere di:
Annigoni Pietro, Arcadi Cristiano, Avanzi Paolo, Ballantini Stefano , Bandini Sirio, Bernardini Paola, Benvenuti Riccardo, Berti Alberto , Bonanni Tiziano, Borin Luciano, Bueno Antonio, Buzi Paolo, Cantatore Giuseppe, Ciardi Duprè Amalia , Cerù Daniele , Costanzo Maria Cristina, Fancelli Vincenzo, Galardini Renzo , Gentilini Franco, Imperio Donata, Lapadula Angelina, Logoluso Clelia, Magoni Bruno, Martin Mauro, Martini Uliano, Mattioli Giorgio, Molea Giuseppe, Ramacciotti Lisandro , Rossi Fabio, Sbrana Giulio, Siri Luca, Venuti Giovanni, Volpi Alessandro, Zancanaro Tono
 
Altre informazioni disponibili al più presto sul sito:
Per appuntamenti tel +39 3393961536 (Whatsapp, Telegram, Signal)
 
La mostra proseguirà fino al 20 Marzo 2021 con ingresso libero.
 
Orari:
10-12,30/16,30-19,00 (feriali);
chiuso lunedì
Apertura Straordinaria Domenica 21, 28 Febbraio e 7 Marzo 2021 con orario 17-19,30.
 
Sede:
GAMeC CentroArteModerna Pisa
Lungarno Mediceo, 26 Pisa
 
tel. +39 3393961536 (Whatsapp, Telegram, Signal)
 
NOTA:
Le visite avverranno nelle migliori condizioni volte a tutelare la sicurezza di tutti, applicando le norme disposte dagli organi governativi. Sarà dunque possibile l’accesso alle sale ad un numero di visitatori (dotati di mascherine) tale da garantire il rispetto minimo delle distanze di sicurezza interpersonale.

 

forse ti interessano...

LXIV Premio Cascella 2020: ecco i vincitori

Anche quest'anno è tornato in forma di Arte Pubblica il Premio 'Basilio Cascella', dal 1955 uno dei ...leggi


MArteLive! - BiennaleMArteLive!

Se sei un artista tra i 18 e i 39 anni e non riesci ad emergere come vorresti, iscriviti al ...leggi


Workshop sul Gioiello a Torino

5 incontri per sperimentare 5 diverse tecniche di gioiello, un Workshop tenuto dalla designer di ...leggi


IX Edizione di Firenze Suona Contemporanea

Sotto la direzione artistica di Andrea Cavallari, dal 14 al 30 settembre 2016, il festival ...leggi


Maitea di Lorena Grippa

I gioielli MAITEA sono pensati per essere indossati, hanno al loro interno una latente bellezza che ...leggi


Milano Jewelry Week 2019

Mostre collettive e personali, esposizioni di gallerie e scuole internazionali, workshop, ...leggi


Conceptual Photography. Fotografia Concettuale italiana e internazionale anni '60 /'70

La mostra antologica si arricchisce di altri numerosi e importantissimi protagonisti che hanno ...leggi


Interviewing Anna Nava Liess

She meticulously designs and crafts stand-out jewelry to evoke a feeling or memory for her, as the ...leggi




I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Artistar.it Ulteriori informazioni