SELECT p.id as id, p.fk_id_user, p.fk_category, DATE_FORMAT(p.data, '%d.%m.%Y') as data, DATE_FORMAT(p.data_inizio, '%d.%m.%Y') as data_in, DATE_FORMAT(p.data_scadenza, '%d.%m.%Y') as data_out, p.data_inizio, p.data_scadenza, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_titolo,'it','it') as titolo, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_abstract,'it','it') as estratto, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_text,'it','it') as corpo, p.url_picture, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_mk,'it','it') as metakey, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_md,'it','it') as metadesc, c.cat_it as cat FROM ar_posts p INNER JOIN ar_posts_categorie c ON p.fk_category = c.id WHERE p.published = 1 AND p.id = 0000000729
demo
ITA | ENG

Artistar - logo
demo

Claim beauty

Inizio evento 01.11.2020 | Fine evento 31.12.2021


articoli pubblicati: 0
opere pubblicate: 0

Claim beauty

Claim beauty! (reclama bellezza!) è un progetto di comunicazione artistico-culturale, che utilizza i meccanismi del marketing per veicolare l’idea che la bellezza sia un elemento fondamentale del nostro equilibrio personale, e che costituisca un alimento fondamentale per la crescita individuale e sociale.
 
Ispirato in particolare all’azione di Shepard Fairey ('Obey'), sia per la sua vocazione all'impegno civile, sia per l’uso dell’arte grafica, e più in generale all’immaginario della pop art, ‘Claim beauty!’ si declina attraverso una serie di poster che mettono insieme un frammento (più o meno simbolico, più o meno riconoscibile) di una città del mondo, per significare appunto l'universalità del messaggio, a cui si sovrappone un particolare di una famosa opera d'arte. La composizione è completata da una doppia scritta, che si ripete su tutta la serie: 'Rebel!' e 'claim beauty!', rispettivamente assimilabili al claim ed al payoff della comunicazione pubblicitaria, che costituiscono la chiamata all'azione attraverso la quale si intende stimolare l’osservatore.
 
 
Ogni poster tiene insieme i due elementi costitutivi in base a considerazioni prevalentemente grafiche, di armonia visuale; ma in alcuni casi si aggiunge un ulteriore livello di senso. Ad esempio, nel poster n° 2, New York, l'immagine di sfondo inquadra il charging bull di Arturo Di Modica a Wall street, mentre in sovrapposizione c'è il Ratto d'Europa di Martin de Vos: oltre l'assonanza visiva (toro/toro) c'è quella di significato (l'Europa rapita dal toro / il toro simbolo della finanza USA).
 
 
Oppure nel n° 4, Mumbay, c’è la sovrapposizione dell'estasi sensuale della Santa Teresa del Bernini alla Porta dell'India, cioè uno dei paesi più intrisi di spiritualità. O, ancora, nel n° 6, Cochabamba c’è il Cristo morto del Mantegna per alludere all'immagine del cadavere del Che assassinato dai militari boliviani.
 
 
Tutta la serie è firmata come raster pop art; laddove raster fa riferimento alla tecnica grafica utilizzata, che consiste appunto nella visibilità estremizzata del raster di stampa tipografica. La serie di poster è più ampia di quelli già disponibili per l’acquisto, che ad oggi sono 6 (Naples, New York, Berlin, Mumbay, Paris, Beijing); sono già pronti, ed andranno in distribuzione via via fino a Natale, Cochabamba, Shangai, Barcelona, Havana, London, a cui seguiranno Vienna, Madrid, Marsiglia, Boston, Cairo, Los Angeles, Algeri. Tutti i poster, sono disponibili in 5 diversi formati, incorniciati e non, e  sono acquistabili sul sito https://rasterpopart.threadless.com/
 
 
Esiste anche una pagina Facebook, attraverso la quale si può rimanere aggiornati sulle nuove uscite. 
 

forse ti interessano...

Aperte le selezioni per la settima edizione di Artistar Jewels

I protagonisti della gioielleria contemporanea internazionale brilleranno in una settimana ...leggi


Marquise di Paola Paleari

Un mondo, quello di Paola Paleari, pieno di visioni forti; di rossi violenti e passionali, di neri ...leggi


A occhi spalancati capolavori dal Museo dell’Impressionismo Russo di Mosca

Eccezionalmente a Venezia, dal 13 febbraio al 12 aprile, in Palazzo Franchetti, i 50 capolavori ...leggi


PLA.Idee in plastica: un'iniziativa dello studio di architettura 70m2

Due i temi della mostra, che si terrà a Livorno dal 30 novembre: "plastica che si rigenera e da ...leggi


Giulia Marchi - La natura dello spazio logico

Negli spazi di LABS Contemporary Art di Bologna, la mostra personale di Giulia Marchi dal titolo ...leggi


WE ART OPEN

Deadline, 20 Novembre 2016 L’Associazione No Title Gallery indice un concorso per artisti a ...leggi


Tempi B.U.I. - Bestiario Urbano Immaginario

Burning Giraffe Art Gallery presenta a Torino la sua prima mostra collettiva dedicata ad artisti ...leggi


River Eyes Torino

Concorso artistico di comunicazione ambientale per giovani under 30. ...leggi




I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Artistar.it Ulteriori informazioni