SELECT p.id as id, p.fk_id_user, p.fk_category, DATE_FORMAT(p.data, '%d.%m.%Y') as data, DATE_FORMAT(p.data_inizio, '%d.%m.%Y') as data_in, DATE_FORMAT(p.data_scadenza, '%d.%m.%Y') as data_out, p.data_inizio, p.data_scadenza, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_titolo,'it','it') as titolo, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_abstract,'it','it') as estratto, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_text,'it','it') as corpo, p.url_picture, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_mk,'it','it') as metakey, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_md,'it','it') as metadesc, c.cat_it as cat FROM ar_posts p INNER JOIN ar_posts_categorie c ON p.fk_category = c.id WHERE p.published = 1 AND p.id = 0000000299
demo
ITA | ENG

Artistar - logo
demo

Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Da Degas a Picasso

Inizio evento 19.04.2015 | Fine evento 09.07.2015


articoli pubblicati: 0
opere pubblicate: 0

Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Da Degas a Picasso

La mostra è ideata, prodotta, organizzata da ViDi in collaborazione con il Comune di Pavia e la Johannesburg Art Gallery, con il patrocinio del Consolato Generale del Sudafrica di Milano e realizzata con la consulenza scientifica di Simona Bartolena.
Aperta al pubblico nel 1910, la Johannesburg Art Gallery vanta una collezione di altissima qualità dal punto di vista del patrimonio artistico. Le sale delle Scuderie di Pavia avranno il privilegio di ospitare un nucleo importantedi capolavori provenienti da uno dei più significativi musei d’arte del continente africano, offrendo al pubblicoun’occasione unica per scoprire e conoscere da vicino una raccolta di opere difficilmente visibile in altre sedi.
 
 
 
L’esposizione presenta oltre sessanta opere, tra olii, acquerelli e grafiche, che portano le firme di alcuni dei principali protagonisti della scena artistica internazionale del XIX e del XX secolo: da Edgar Degas a Dante Gabriel Rossetti, da Jean Baptiste Corot a Alma-Tadema, da Vincent Van Gogh a Paul Gauguin, da Antonio Mancini a Paul Signac, da Pablo Picasso a Francis Bacon, da Roy Lichtenstein a Andy Warhol e molti altri. Il percorso espositivo, diviso in sezioni cronologiche e tematiche, permetterà ai visitatori di percorrere un viaggionella storia dell’arte dalla metà del XIX secolo fino al secondo Novecento, spaziando dall’Europa agli Stati Unitifino al Sud Africa in un racconto che si sposta tra momenti storici, luoghi e linguaggi artistici diversi.
 
 
Oltre a vantare un’ottima selezione di opere di grandi Maestri, la mostra consentirà al pubblico di scoprire l’affascinante storia della Johannesburg Art Gallery. Principale protagonista della nascita e della formazione della collezione museale fu Lady Florence Phillips (1863-1940), moglie del magnate dell’industria mineraria Sir Lionel Phillips. Donna dal grande fascino, a sua volta collezionista, convinta che la sua città dovesse avere un museo d’arte, persuase il marito e alcuni magnati dell’industria a investire nel progetto. Determinata a portare avanti la sua idea, Lady Phillips vende un diamante azzurro regalatole dal marito per acquistare i primi lavori. 
 
 
Hugh Lane, altra grande personalità della scena culturale anglosassone, la aiuta nell’impresa, suggerendole possibili acquisizioni. Sin dalla sua apertura il museo presenta una selezione di opere di straordinaria qualità e modernità, un nucleo arricchitosi poi negli anni grazie a nuove donazioni. Il percorso di “Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Da Degas a Picasso” inizia con Lady Philips, uno splendido dipinto firmato da Antonio Mancini che la ritrae a 46 anni. Un omaggio a questa donna fuori dal comune, visionaria nei progetti ma concreta nel metterli in atto. Sebbene sia vissuta più a lungo in Inghilterra che a Johannesburg, Lady Phillips rappresenta comunque una figura fondamentale per la storia del paese poiché, grazie ai suoi nobili ideali, è riuscita a dar vita ad un luogo prezioso per la collettività in cui fare e promuovere cultura. Capolavori della Johannesburg Art Gallery da Degas a Picasso Comune di Pavia Settore Cultura Musei Civici ViDi visit different un progetto I profondi legami con l’Inghilterra hanno garantito al museo sudafricano un buon nucleo di opere di maestri inglesi.
 
 
La prima sezione del percorso espositivo è, infatti, dedicata alla scena anglosassone del XIX secolo; dal  periodo Romantico - con il rappresentativo acquerello Hammerstein sotto Andernach (1817) di Turner - fino all’affascinante, periodo Vittoriano rappresentato da capolavori come Regina Cordium (1860) di Dante Gabriel Rossetti e La morte del Primogenito (1858) di Sir Lawrence Alma-Tadema. La seconda sala della mostra offre una panoramica sulla scena francese prima e durante la stagione impressionista. Il pubblico potrà ammirare importanti lavori di Courbet e Corot - promotori con le loro ricerche di un nuovo approccio al vero - fino alle celebri ballerine di Degas, protagonista di quella nouvelle peinture poi nota come Impressionismo. A raccontare il momento di passaggio tra Ottocento e Novecento saranno una serie di opere firmate da grandi nomi della scena artistica europea quali Signac, Toulouse-Lautrec, Bonnar, Cézanne, Gauguin, Van Gogh e molti altri.
 
 
 
l percorso espositivo prosegue con una sezione dedicata al XX secolo, rappresentato in tutta la sua dinamica eterogeneità. Grandi maestri quali Picasso e Modigliani accompagneranno i visitatori nel vivo del periodo delle Avanguardie storiche fino agli ultimi decenni del Novecento rappresentati da opere emblematiche di Bacon, Warhol, Lichtenstein e molti altri. La mostra chiude con un omaggio alla scena artistica sudafricana del Novecento. Un’occasione rara e molto  interessante per scoprire le opere di importanti artisti quali Irma Stern e George Pemba. Per tutta la durata dell’esposizione una serie di attività didattiche e visite guidate per bambini e adulti permetteranno di approfondire le splendide opere esposte nelle sale delle Scuderie del Castello Visconteo. 

forse ti interessano...

SetUp Art Fair

La prima edizione di SetUp Art Fair si svolge nel capoluogo emiliano dal 25 al 27 gennaio 2013, in ...leggi


ENEGANART TORNA IL CONCORSO NAZIONALE CHE SUPPORTA I TALENTI

Un progetto di portata nazionale rivolto agli artisti e finalizzato a promuovere i migliori talenti ...leggi


Anomalie 2020

Quattordicesima edizione per il progetto artistico per la periferia del Kollatino Underground, una ...leggi


Andrea Mori

in mostra dal 22 febbraio al 22 marzo 2022 da martedì a sabato h. 16 - 19 ...leggi


Cesare Tacchi - Una casa di foglie e fogli

a cura di Daniela Bigi Opening sabato 19 febbraio | h. 11-19 z2o project – Via Baccio Pontelli ...leggi


IL NOVECENTO nelle Collezioni dei Musei Civici

Una mostra che intende valorizzare le ricche collezioni dei Musei di Pavia attraverso una ...leggi


Guido Alimento. Scatti di natura geometrica

«Da sempre ho inteso la fotografia naturalistica come ricerca sulle origini del mondo, ...leggi


Helmut Newton a Roma

Helmut Newton White Women, Sleepless Nights, Big Nudes 200 immagini di uno dei fotografi più ...leggi




I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Artistar.it Ulteriori informazioni