SELECT p.id as id, p.fk_id_user, p.fk_category, DATE_FORMAT(p.data, '%d.%m.%Y') as data, DATE_FORMAT(p.data_inizio, '%d.%m.%Y') as data_in, DATE_FORMAT(p.data_scadenza, '%d.%m.%Y') as data_out, p.data_inizio, p.data_scadenza, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_titolo,'it','it') as titolo, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_abstract,'it','it') as estratto, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_text,'it','it') as corpo, p.url_picture, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_mk,'it','it') as metakey, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_md,'it','it') as metadesc, c.cat_it as cat FROM ar_posts p INNER JOIN ar_posts_categorie c ON p.fk_category = c.id WHERE p.published = 1 AND p.id = 0000000495
demo
ITA | ENG

Artistar - logo
demo

I gioielli raffinati e sofisticati dal design postmoderno di Daniela Coppolino Jewelry

Inizio evento 29.06.2017 | Fine evento 29.06.2024


articoli pubblicati: 0
opere pubblicate: 0

I gioielli raffinati e sofisticati dal design postmoderno di Daniela Coppolino Jewelry

Daniela Coppolino nasce a Palermo nel Novembre del 1982.
Designer del gioiello ed orafa, crea gioielli unici, oggetti estetici dai rimandi architettonici le cui forme vengono riportate alle proprie origini geometriche ma intrise di invenzioni decorative e artistiche, in un continuo richiamo ad evocazioni immaginifiche e contenuti simbolici.
 
 
Il suo è un mondo trasversale a quello del gioiello classico, della moda e degli accessori intesi come ornamenti fine a se stessi. I suoi pezzi raccontano una storia. È interprete raffinata di un messaggio grafico influenzato dalle volumetrie, dalle decorazioni pittoriche di una Sicilia arabo-normanna, dalle iconografie metafisiche e un design postmoderno ma contemporaneo ispirato dalla sua diretta esperienza di collaborazione con l’Architetto Luca Scacchetti, l’attenzione al classicismo, la cura del dettaglio e il rigore formale.
 
 
Nel 2001 partecipa alla Mostra Nazionale del Gioiello “Dall’idea all’oggetto”, con Ascensione un anello in ottone e rame esposto al Museo Mandralisca di Cefalù, Palermo. Nel 2005 inizia la collaborazione con lo Studio di Architettura Luca Scacchetti di Milano, dove per otto anni, ricopre il ruolo di designer del prodotto, curando la progettazione del mobile di lusso e del complemento d’arredo per aziende leader del settore a livello internazionale.
 
 
Nel 2011 frequenta la Scuola Orafa Ambrosiana di Milano, dove approfondisce le tecniche di oreficeria e gioielleria, che la porteranno alla realizzazione delle sue prime creazioni in metallo prezioso. Nel 2011 viene selezionata come finalista per la partecipazione alla Mostra Artò: il salone delle nuove eccellenze artigiane tra arte e design”, a Torino dove espone con l’anello Shanghai, realizzato in Argento 925 sabbiato e smalto a freddo.
 
 
Nel 2012 partecipa alla Mostra MISIAD Milano Si Autoproduce Design curata da Alessandro Mendini presso la Cattedrale della Fabbrica Del Vapore, Milano con l’esposizione di una micro-collezione di tre pezzi unici di oreficeria “due anelli, Sforza e Marcona ed una spilla, Vittoria” in Argento 925. Nel 2016 fonda la sua griffe Daniela Coppolino Jewelry di cui è la designer e orafa, presentando la sua prima collezione di gioielli in oro e pietre preziose, Geometric Obsession.
 
 
Nel 2017 espone due anelli in oro 9k e pietre preziose, Cube ed Arch, facenti parte della Collezione Geometric Obsession, in occasione della Mostra Artistar Jewels Exhibition 2017 presso Palazzo dei Giureconsulti, Milano; durante la Milano Fashion Week di Febbraio. 
 
 
La griffe Daniela Coppolino Jewelry, è una nuova realtà nel campo della gioielleria contemporanea italiana. I suoi gioielli, si rivolgono ad un target di alto livello, raffinato e sofisticato, per cui hanno una forte differenziazione. Si contraddistinguono per il design postmoderno ma contemporaneo, legato al mondo dell'architettura e si caratterizzano per l'utilizzo di oro e pietre preziose, con manifattura e design rigorosamente made in Italy.
I gioielli della Collezione Geometric Obsession sono pezzi unici, oggetti estetici dai rimandi architettonici le cui forme vengono riportate alle proprie origini geometriche ma intrise di invenzioni decorative e artistiche, in un continuo richiamo ad evocazioni immaginifiche e contenuti simbolici.
 
 

forse ti interessano...

LA RIVOLUZIONE RUSSA. Da Djagilev all’Astrattismo (1898-1922)

Per raccontare la Rivoluzione nel mondo delle arti. Fino al 25 Marzo 2018 presso Gorizia, Palazzo ...leggi


Cesare Tacchi

Una casa di foglie e fogli a cura di Daniela Bigi Opening sabato 19 febbraio 2022 ...leggi


NOVENA

Museo Civico Luigi Varoli Cotignola (Ravenna) 11 dicembre 2021 – 6 marzo 2022 ...leggi


DAVID OSTROWSKI. JUST DO IT

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino presenta, dall'11 settembre all'1 febbraio 2015, la ...leggi


Artistar Jewels conferma la sua presenza al Din 2015

Anche quest'anno Artistar Jewels conferma la sua presenza al Fuorisalone 2015 di Milano - dal 14 al ...leggi


FRANCO GUERZONI | LORENZO MODICA

NASCOSTO IN BELLA VISTA | HIDDEN IN PLAIN SIGHT con un testo di Davide Ferri ...leggi


Dall’Opera al Libro, dal Libro all’Opera - Ezio Gribaudo e i maestri del '900

Un viaggio tra i protagonisti dell’Arte del XX secolo attraverso l’ampia e variegata raccolta ...leggi


Davide D’Elia - FRESCO

Mostra a cura di Elisa Del Prete 12 maggio - 25 settembre 2022 Museo Davia Bargellini, Bologna ...leggi




I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Artistar.it Ulteriori informazioni