SELECT p.id as id, p.fk_id_user, p.fk_category, DATE_FORMAT(p.data, '%d.%m.%Y') as data, DATE_FORMAT(p.data_inizio, '%d.%m.%Y') as data_in, DATE_FORMAT(p.data_scadenza, '%d.%m.%Y') as data_out, p.data_inizio, p.data_scadenza, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_titolo,'it','it') as titolo, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_abstract,'it','it') as estratto, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_text,'it','it') as corpo, p.url_picture, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_mk,'it','it') as metakey, TXT_GET_MESSAGE(p.txt_md,'it','it') as metadesc, c.cat_it as cat FROM ar_posts p INNER JOIN ar_posts_categorie c ON p.fk_category = c.id WHERE p.published = 1 AND p.id = 0000000281
demo
ITA | ENG

Artistar - logo
demo

Pamphlet di Greta Bellini, un mix di colore e geometrie

Inizio evento 00.00.0000


articoli pubblicati: 0
opere pubblicate: 0

Pamphlet di Greta Bellini, un mix di colore e geometrie

Il progetto di Pamphlet nasce nel 2010 dalla creatività di Greta Bellini.
Diplomata all’istituto statale d’arte di Mantova nel 1994, dopo aver conseguito un diploma in grafica presso il CFP Bauer di Milano  e un attestato di ceramista a Verona, ha lavorato per anni come impiegata in diversi settori.
Nel 2010 però, dopo anni di insoddisfazioni, arriva la svolta grazie alla conoscenza di una ragazza che vive della sua arte realizzando quadri da vendere ai mercatini.
 
 
L’incontro con questa artista le dà lo stimolo per riprendere a creare e così, per gioco, iniziano i primi esperimenti con la cartapesta.
 
 
I primi riscontri e la voglia di migliorarsi, affinano una tecnica del tutto personale: dalla passione per l’antiquariato, nasce l’utilizzo di vecchie riviste o libretti sciupati che Greta applica alla cartapesta, donando agli oggetti un sapore romantico e poetico. La carta ingiallita acquisisce così una nuova vita, parole e vecchi bottoni decorano spille, collane e orecchini.
 
 
 
La scelta del nome “pamphlet” non è un caso, perché il tutto nasce dall’esigenza di tornare a creare. “Il pamphlet è un genere letterario situabile tra lo scritto polemico e quello satirico. (…) Tendenzialmente l’autore del pamphlet presenta il proprio testo come uno sfogo estemporaneo, come una reazione viscerale di fronte ad una situazione non più sostenibile.”
 
 
La curiosità e voglia di sperimentare la spingono quindi verso progetti sempre nuovi e diversi.
Oggi i gioielli di carta di Pamphlet sono rivestiti con la carta originale delle pubblicità degli anni 50, vecchie poesie, francobolli ma anche da mix di frasi tratte dai libri e carte colorate che disegna e stampa lei stessa.
 
 
Il tema del viaggio è ricorrente, ne è la sintesi la collezione @Le Voyage, ricoperta con la carta di vecchi atlanti, mentre da una vacanza in Andalusia è nata la collezione @Alhambra, un mix di colore e geometrie che richiamano al mediterraneo impreziosite dalle parole di un libro spagnolo.
Gli oggetti di Pamphlet sono pezzi unici, interamente fatti a mano.

forse ti interessano...

Meret Oppenheim - Opere in dialogo da Max Ernst a Mona Hatoum

Dal 11 febbraio al 28 maggio 2017 il Museo d’arte della Svizzera italiana presenta la mostra “Meret ...leggi


Nei segni del volto il destino dell' uomo

Mostra personale d'arte di Carlo Albasio, a cura di Massimiliano Bisazza, presso la Galleria d’Arte ...leggi


Fusione tra tradizione e mondo contemporaneo

La produzione di gioielli di Nahiot Hernandez è un modo per esprimere la sua percezione del mondo ...leggi


Marc Chagall tra "Sogni e Leggenda"

Arriva a Milano la seconda mostra di Marc Chagall contemporaneamente a quella di Palazzo Reale, ma ...leggi


Il gioiello, ornamento funzionale alla bellezza

Ellapolo, un nuovo brand fondato nel 2011, con l’idea di realizzare dei gioielli che si ...leggi


Escher in mostra a Palazzo Reale

Dopo il grande successo delle mostre a lui dedicate a Roma, Bologna e Treviso, Escher, il genio ...leggi


"Tralasciando le impossibilità" di Carmine Carlo Maffei

Inizia oggi a Milano la personale dell'artista Carmine Carlo Maffei. Una mostra a cura di ...leggi


Mario Merz La natura è l’equilibrio

La mostra vuole creare sì una riflessione espositiva fatta di immagini, ma anche e soprattutto una ...leggi




I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Artistar.it Ulteriori informazioni